Risorse umane

Le nostre persone sono indispensabili per competere con successo sul mercato: onestà, lealtà, capacità, professionalità e preparazione tecnica sono le caratteristiche su cui Ansaldo STS investe e che richiede ai propri dipendenti per il raggiungimento degli obiettivi di crescita personali e dell’azienda.

 

  

Obiettivi legenda

 

NEL 2015 ABBIAMO DETTONEL 2016 ABBIAMO FATTO
RISORSE UMANE
  • Migliorare l’attività di recruiting attraverso campagne di employer branding che utilizzano i social network
  • Nel 2016 è stato incrementato l’utilizzo del tool Linkedin estendendolo alle selezioni per le branches e le sedi straniere. Nel 2017 verrà potenziato ancora tale strumento: è in previsione per le sedi italiane l’acquisto di una nuova licenza Linkedin
    • Consolidare il progetto “Talent” ai Knowledge Owners e sua eventuale estensione ad altri soggetti chiave
    • Il progetto “Knowledge Owner” è stato consolidato ed ha raggiunto ottimi risultati di condivisione del know how tecnico aziendale. Quasi il 20 % della popolazione aziendale è stata coinvolta in sessione di formazione e corsi tecnici e specialistici tenuti dai Knowledge Owner ed aventi come obiettivo la condivisione e la diffusione di competenze tecniche specialistiche ritenute strategiche per l’azienda
    • Migliorare la gestione delle trasferte del personale
    • Nel 2016 si è prestata particolare attenzione al personale in viaggio, garantendo maggiore comfort e migliori condizioni di viaggio nel rispetto del saving previsto. Nel 2017 verranno siglati nuovi accordi con le principali catene alberghiere e i migliori vettori per garantire sempre un più elevato standard di servizio che tenga conto delle esigenze del personale in trasferta
    • Realizzare azioni volte a stabilizzare le competenze strategiche per l’azienda
    • Estensione delle competenze manageriali oggetto di valutazione 360°. Avvio iniziativa di aggiornamento della people strategy aziendale con particolare riferimento ai processi di Talent & competence management. Tale iniziativa è stata avviata nel corso del 2016 e prevederà una fase di successiva definizione ed implementazione nel corso del 2017
    • Inserire personale appartenente a categorie protette
    • Sono stati inseriti 6 dipendenti disabili ed è stato computato dipendente già in forza
    • Studiare la possibilità di sperimentare forme di smart working 
    • Sono state effettuate analisi di fattibilità e benchmarking per la sperimentazione di forme di smart working in azienda. Si prevede la possibilità di avviare nel 2017 con le OO.SS. una discussione per l’implementazione dello smart working in Italia