Politiche ambientali, di salute e sicurezza

La gestione delle tematiche ambientali, la lotta ai cambiamenti climatici, la protezione dell’ambiente e la crescita sostenibile sono fattori strategici nell’esercizio e nello sviluppo delle attività dell’azienda.

I quattro principi fondamentali della politica ambientale di Ansaldo STS:

  1. Proteggere l’ambiente prevenendo gli impatti.
  2. Migliorare e promuovere le caratteristiche ambientali di prodotti e servizi.
  3. Creare valore per l’azienda.
  4. Soddisfare e andare oltre gli obblighi legali di conformità e gli impegni volontari.

I quattro obiettivi strategici

  1. Applicazione all’intera organizzazione di Sistemi di Gestione Ambientale riconosciuti a livello internazionale ispirati dal principio del miglioramento continuo e definizione di indici ambientali per misurare la performance ambientale dell’intera organizzazione.
    • Mantenimento annuale delle certificazioni ISO 14001.
    • Razionalizzazione e semplificazione delle certificazioni presenti nei vari ambiti organizzativi.
  2. Comunicazione ai cittadini, alle istituzioni e agli altri stakeholder sulla gestione e i risultati ambientali dell’azienda.
    • Pubblicazione del Bilancio di Sostenibilità e accesso open data ai principali parametri ambientali.
    • Comunicazione con gli analisti e partecipazione a diversi indici di Sostenibilità.
  3. Promozione di pratiche ambientali sostenibili presso i fornitori, gli appaltatori e i clienti.
    • Utilizzo di criteri di qualificazione dei fornitori basati sulle prestazioni ambientali.
    • Incontri di informazione/formazione sugli aspetti ambientali rilevanti in fase di avvio lavori attraverso la trasmissione della Politica Ambientale e la spiegazione delle modalità di gestione degli impatti prodotti dalle attività svolte (rifiuti, emissioni, scarichi ecc.)
    • Valutazione dei fornitori basata sulle prestazioni ambientali delle attività svolte per conto di Ansaldo STS
  4. Soddisfare gli obblighi legali di conformità e gli impegni volontari
    • Assicurare che le attività siano effettuate in conformità a tali obblighi e impegni
    • Valutare l’adempimento degli obblighi e degli impegni sottoscritti
    • Correggere le eventuali non conformità sul rispetto di obblighi e impegni volontari sottoscritti.

La politica ambientale di Ansaldo STS si basa sull’applicazione dei requisiti della norma UNI EN ISO 14001:2004 e delle altre norme di riferimento applicate a livello internazionale, sul rispetto delle normative nazionali e internazionali vigenti in materia, sviluppando un programma orientato al miglioramento continuo degli standard ambientali. La politica è comunicata e diffusa a tutto il personale di Ansaldo STS e a tutte le parti interessate attraverso il web e la Intranet aziendale.

Cambiamento climatico

La lotta al cambiamento climatico rappresenta un obiettivo sfidante e urgente.

L’11 novembre 2016 l’Italia ha ratificato l’Accordo di Parigi per il contenimento del riscaldamento globale del pianeta che è entrato in vigore a livello internazionale il 4 novembre 2016, quando è stata superata la soglia di adesione di 55 Paesi che rappresentano il 55% delle emissioni di gas serra a livello globale.

Ansaldo STS vede il cambiamento climatico principalmente come a una fonte di opportunità. In questa logica analizza i possibili impatti delle proprie scelte strategiche legate al cambiamento climatico su un arco temporale di breve, medio e lungo periodo, allo scopo di identificare le opportunità per sviluppare il business e migliorarne l'efficienza e al fine di identificare i relativi rischi.

Ansaldo STS è impegnata a ridurre progressivamente le emissioni di GHG in tutte le fasi della propria attività. Le attività e le iniziative per fronteggiare i cambiamenti climatici vengono intraprese nell'ambito del sistema di gestione ambientale messo a punto da Ansaldo STS a livello globale sviluppando una strategia di Carbon Management che si basa sui seguenti principi:

  • approccio globale: sviluppare meccanismi che considerino l’impegno di tutte le sedi Ansaldo STS;
  • obiettivi di lungo termine ragionevoli e raggiungibili: è fondamentale stabilire una visione chiara e realistica delle azioni da intraprendere;
  • sostegno allo sviluppo delle tecnologie: sviluppo di soluzioni tecnologiche avanzate.

Tale strategia si concentra essenzialmente su tre aree di influenza:

  • le attività interne e le emissioni dirette dai propri siti (emissioni Scope 1);
  • i fornitori di energia elettrica e le rispettive emissioni operative riconducibili alle attività Ansaldo STS (emissioni Scope 2);
  • la supply chain di Ansaldo STS e le emissioni conseguenti alla produzione e alla consegna di beni e servizi (emissioni Scope 3).

Rischi e opportunità

Per Ansaldo STS i rischi legati al cambiamento climatico sono di natura economica e regolamentare con ricadute importanti perfino sull’immagine e la reputazione. Ansaldo STS è impegnata ad offrire soluzioni progettuali maggiormente sostenibili prevedendo tecnologie low-carbon e in grado di garantire un vero e proprio risparmio del carburante. Per poter stabilire una strategia di miglioramento, l’azienda rendiconta le emissioni dirette ed indirette di Gas Serra, secondo quanto previsto dal GHG Protocol(1), impegnandosi per una loro diminuzione attraverso politiche sulla mobilità delle persone, programmi di riduzione dei consumi ed efficienza energetica, l’utilizzo di energie rinnovabili e la gestione dei rifiuti.

Salute e sicurezza sul lavoro

Ansaldo STS promuove l’impegno a favore della tutela della salute e sicurezza dei lavoratori all’interno di tutti i suoi processi. La responsabilità in materia di salute e sicurezza è gestita tramite un sistema strutturato di deleghe e procure che consentono di definire le responsabilità, i compiti e le autorità assegnati in materia di Salute e Sicurezza ai delegati.

Ansaldo STS ha definito un sistema di gestione che integra tutti i processi in una struttura centrale che consente all’organizzazione di operare come una sola unità con obiettivi condivisi e con l’applicazione a livello globale della normativa in ambito di salute e sicurezza.

Il Sistema di Gestione Salute e Sicurezza di Ansaldo STS ha permesso la definizione di modalità operative di processo che consentono il raggiungimento della completezza delle richieste legislative al fine di poter verificare l’adeguatezza e la conformità delle azioni intraprese. L’impegno costante di ognuno, l’integrazione della sicurezza nei processi e nella formazione, la segnalazione e l’analisi dei mancati infortuni, il rigore nella selezione e nella gestione delle ditte appaltatrici sono gli elementi fondanti della cultura della sicurezza.

Politica di salute e sicirezza

La Politica di Ansaldo STS in tema di salute e sicurezza del lavoro si basa sull’applicazione dei requisiti delle norme di riferimento, la OHSAS 18001:2007 e delle altre norme di riferimento applicate a livello internazionale, sul rispetto delle normative nazionali ed internazionali vigenti in materia, sviluppando un programma orientato al miglioramento continuo degli standard di salute e sicurezza.
Per la salute e sicurezza Ansaldo STS si impegna a:

  • assicurare e mantenere un ambiente di lavoro sano e sicuro, prevenire infortuni, malattie o danni alla salute dei dipendenti, dei fornitori, dei Clienti e dei visitatori.
  • estendere la certificazione OHSAS 18001 a tutti i siti di Ansaldo STS, migliorando con continuità l’efficacia del Sistema di Gestione per la Salute e la Sicurezza sul luogo di lavoro (SGSL);
  • migliorare in modo continuo le prestazioni del SGSL in termini non solo di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali, ma anche per quanto concerne le condizioni più generali di benessere dei lavoratori;
  • adottare per tutti i pericoli connessi all’attività lavorativa, criteri di valutazione, che nel rispetto della legislazione nazionale ed internazionale vigente, tengano conto anche delle best practice;
  • incrementare l’attività di formazione e informazione di tutti i lavoratori con l’obiettivo di renderli sempre più consapevoli dei rischi connessi alla loro attività;
  • continuare a sviluppare attività a sostegno della diffusione della cultura della sicurezza verso tutti i fornitori e le parti interessate.

La politica è comunicata e diffusa a tutto il personale e a tutte le parti interessate attraverso il web e la intranet aziendale.

(1)Il GHG - Greenhouse Gas Protocol è lo strumento contabile internazionale più utilizzato da governi e aziende per capire, quantificare e gestire le emissioni di gas a effetto serra.